Mese: agosto 2015

…PENSIERI..

Postato il

Oggi le parole di una canzone mi hanno fatto pensare a mio nonno che mi ha lasciato lo scorso Natale.

Lui è il mio guerriero che mi protegge sempre dal male.

Spesso il pensiero va ai miei angeli lassù in cielo che mi proteggono sempre e mi aiutano in situazioni difficili.

I miei nonni erano fondamentali nella mia vita..soprattutto il nonno..era la mia guida, anche se un pò troppo severo sapeva sempre farmi ragionare.

Mi mancano tanto e non so che darei per poterli riabbracciare anche solo per un minuto.

Le persone che hanno lasciato questa terra, e che teniamo nel cuore, spesso riaffiorano come flash, veloci, e lasciano quel dolore intenso inciso nella nostra anima.

Una foto, un ricordo, un profumo, un oggetto, la casa dove abitavano…ogni piccola cosa che ci ricorda loro ci fa sentire un brivido scorrere lungo la schiena e ci porta a piangere.

Bruciano la nostra mente e lacerano, fanno lacrimare i nostri occhi e sconvolgono le nostre giornate, ma devi pensare alle stelle cadenti, quando le vedi, poi si dissolvono…

Ma sono la cosa più bella che hai visto in quel momento, e puoi ancora vederle in futuro!

Anche se non ci sono fisicamente sono nei nostri cuori e nei nostri pensieri..

si dice che nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta..e i miei nonni ci saranno sempre

NON CI SIAMO…SVEGLIA RAGAZZI..FORZA!

Postato il

30 AGOSTO 2015: SECONDA GIORNATA DI CAMPIONATO

ROMA – JUVENTUS: 2 -1

Mai  nella storia avevamo iniziato il campionato con due sconfitte.

Avrei talmente tante cose da dire che preferisco stare zitta..

Così non va proprio. E non è vero che siamo una juve finita, che non c’è più la squadra forte..NON E’ VERO!

Devono tirare fuori gli attributi e dobbiamo recuperare l’intera squadra.

Nessuno è più forte di NOI nemmeno quest’anno..mi dispiace per i romanisti che credono già di aver vinto lo scudetto, ma la strada è lunga da qui a Maggio!

Non voglio più scrivere di sconfitte..basta ragazzi! BASTA!

Non voglio stare più così male.

La parola “perdere” non è nel nostro vocabolario, noi conosciamo solo VINCERE..che non è importante,ma è l’unica cosa che conta!

I muri crollano..NOI NO!

FINO ALLA FINE NON E’ SOLO UN MOTTO..E’ UNO STILE DI VITA!

Dobbiamo rialzarci più forti di prima! LA VITTORIA E’ NEL NOSTRO DNA..

GRINTA E FAME DI VITTORIA..E’ QUELLO CHE MANCA.

QUESTA MAGLIA HA SEMPRE FAME RICORDATEVELO E ONORATELA!

Non commento la partita perché siamo stati pessimi tranne negli ultimi 10 minuti quando ha segnato Dybala (Uno dei migliori in campo). Hanno meritato la vittoria, ma rimangono una squadra di scorretti.

Detto questo la JUVE non si discute,,si AMA!

NELLE VITTORIE E NELLE SCONFITTE SARO’ SEMPRE AL TUO FIANCO MIA VECCHIA SIGNORA.

SEMPRE PRONTA A SOSTENERTI!

FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS!

SORTEGGI UEFA CHAMPIONS LEAGUE 2015/2016

Postato il

CHAMPIONS LEAGUE 11917676_1487794384848943_6538151349034147349_n

sorteggi

FORZA RAGAZZI..

RISPETTO PER TUTTI..PAURA DI NESSUNO.

FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS.

MAGLIE DELLA STAGIONE 2015/2016

Postato il

maglie

Ecco la prima, la seconda e la terza maglia ufficiale della stagione 2015/2016.

A me piacciono..voi che ne pensate?

FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS!

…RIPARTIRE DA 0…

Postato il

PRIMA GIORNATA DI CAMPIONATO SERIE A TIM STAGIONE 2015/2016:

23 AGOSTO 2015

ORE 18:00

JUVENTUS – UDINESE:  0-1

…Non ho scritto niente perché sono rimasta molto delusa dalla pessima partenza della mia Juventus in Campionato, ma spero che serva a tutti da lezione per affrontare al meglio le prossime gare.

SERVE GRINTA RAGAZZI! E PIU’ PRECISIONE SOTTOPORTA.

VINCERE PER NOI NON E’ IMPORTANTE, E’ L’UNICA  COSA CHE CONTA QUINDI SVEGLIA!

Complice anche l’importante assenza di Marchisio, abbiamo fallito la prima in casa. Nonostante abbiamo tentato di fare la partita per la gran parte del tempo, le azioni sono sembrate molto confuse e con poca qualità nella manovra. Buffon, rimasto inoperoso per quasi 90 minuti, nulla ha potuto sul tocco al volo di Thereau che si è trovato livero in aerea piccola davanti a lui.

Male Padoin davanti alla difesa e pessima prestazione anche da parte di Pogba che non ha inciso mai sul match. Karnezis non è mai stato messo davvero in difficoltà dal nostro attacco, infatti al portiere è bastata una prestazione attenta.

Molto accorta l’Udinese  che si è difesa con ordine ed ha colpito in contropiede nella ripresa, quando ha potuto.

Il nostro mister Allegri e i ragazzi devono lavorare tanto e tornare a VINCERE.

Non è sicuramente facile perchè abbiamo subito grandi perdite come Vidal, Tevez e Pirlo, ma niente è impossibile. Siamo ancora forti e ce la faremo.

FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS E FORZA RAGAZZI!

SI RICOMINCIA!

Postato il

Il posto fisso sul divano,

gli amici dello stadio,

lo stomaco chiuso,

la scaramanzia,

i sogni,

la speranza,

alzarsi presto la mattina e fare tanti km per andare allo stadio a tifare,

la sofferenza,

le urla di gioia,

le lacrime agli occhi,

la delusione,

la voglia di ricominciare,

gli abbracci dopo un goal,

l’amore per la propria squadra,

la passione.

BUON CAMPIONATO A TUTTI I TIFOSI DELLA SERIE  A TIM

E..FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS!

19 AGOSTO 2006..UNA DATA.. tante ricorrenze juventine..

Postato il

19 AGOSTO: Una data a cui tengo particolarmente perché mi ha permesso di conoscere e rimanere colpita da una persona che ancora oggi è importantissima per me.

Oggi sono ben 9 anni da quando ho iniziato a seguire un calciatore, ma soprattutto una persona che ammiro tantissimo: CLAUDIO MARCHISIO. Chiamato “Principino” per il suo modo di vestire e il suo comportamento in campo, oggi è diventato una bandiera bianconera ed è entrato nella storia per le sue 300 presenze in maglia bianconera. Un vero juventino nel DNA che ha realizzato il suo sogno più grande: giocare con la sua squadra del cuore. Sono rimasta ipnotizzata dai suoi occhi azzurri e ho notato come gli brillavano, si vedeva chiaramente che era emozionatissimo e tanto timido.

Una vita in bianconero:

Nel 1993, all’età di sette anni, Marchisio entra nel vivaio della Juventus dove compie tutta la trafila delle squadre giovanili, indossando la fascia di capitano e sollevando numerosi trofei.

Tra gli altri, con la formazione “Primavera” arriva per due volte consecutive alla finale del Torneo di Viareggio, vincendo l’edizione del 2005 contro il Genoa, mentre nella stagione successiva, l’ultima trascorsa tra le giovanili bianconere, conquista il campionato di categoria; nella stessa, viene inoltre spesso aggregato alla prima squadra dall’allenatore Fabio Capello, senza però mai scendere in campo.

Nell’estate del 2006, con la retrocessione d’ufficio della Juventus in Serie B, vari giocatori di primo piano scelgono di lasciare la Vecchia Signora. La difficile opera di ricostruzione della società nel post-Calciopoli finisce così per aprire le porte della prima squadra a una nuova generazione di bianconeri; assieme ad altri suoi compagni delle giovanili quali De Ceglie e Giovinco, anche Marchisio viene inserito, nell’annata 2006/2007, nella rosa a disposizione del tecnico Didier Deschamps.

Il 19 agosto 2006 questo ragazzo di vent’anni esordiva con la prima squadra bianconera in Coppa Italia a pochi minuti dalla fine, subentrò a Paro all’84 minuto e poco dopo ci fu il goal di Nedved del definitivo 0-3.

Per poi giocare in campionato, il 1º novembre successivo contro il Brescia, la sua prima gara da titolare. Nel frattempo fa un’ultima apparizione con la formazione “Primavera”, superando i pari età dell’inter nella supercoppa di categoria. Le buone prestazioni inducono l’allenatore francese a utilizzarlo con continuità; diventa così una delle prime scelte per il centrocampo bianconero, e nelle ultime partite della stagione viene spesso schierato in campo dal primo minuto. Con 25 presenze totali, contribuisce alla vittoria del torneo cadetto e al ritorno della Juventus in Serie A.

11922809_536775313136412_1383477710_n

Il 19 agosto di quattro anni dopo Leonardo Bonucci ha segnato il suo primo gol con la maglia bianconera nel preliminare di Europa League contro lo Sturm Graz (terminato 1-2 per la Juve).

Il 19 agosto è, quindi, un giorno di celebrazioni alla Juventus: oltre all’esordio in prima squadra ed un primo gol in bianconero, oggi festeggiamo infatti quattro compleanni.

Sergio Brio e Cesare Prandelli, compagni sotto la Mole per sei stagioni, sono separati da un solo anno ma uniti da tante vittorie negli anni ’80.  L’imponente difensore leccese, gladiatore d’acciaio della retroguardia per 12 annate, festeggia oggi il suo cinquantanovesimo compleanno; l’ex ct della Nazionale italiana ne compie invece 58. Alla Juventus hanno fatto incetta di trofei italiani e internazionali, portando la squadra ai vertici in Europa e nel mondo.

Il terzo festeggiato di oggi è il dottor Fabrizio Tencone, che spegne 52 candeline. Tencone, responsabile dell’area medica del club, si occupa della salute dei giocatori bianconeri fin dal 1992, anno in cui fece il suo ingresso nel Settore Giovanile.

Il quarto è Alessandro Matri che, anche se ormai non fa più parte della Juventus , ha realizzato goal pesanti e difficili da dimenticare: l’ultimo è quello che ci ha regalato la Decima Coppa Italia.