19 AGOSTO 2006..UNA DATA.. tante ricorrenze juventine..

Postato il

19 AGOSTO: Una data a cui tengo particolarmente perché mi ha permesso di conoscere e rimanere colpita da una persona che ancora oggi è importantissima per me.

Oggi sono ben 9 anni da quando ho iniziato a seguire un calciatore, ma soprattutto una persona che ammiro tantissimo: CLAUDIO MARCHISIO. Chiamato “Principino” per il suo modo di vestire e il suo comportamento in campo, oggi è diventato una bandiera bianconera ed è entrato nella storia per le sue 300 presenze in maglia bianconera. Un vero juventino nel DNA che ha realizzato il suo sogno più grande: giocare con la sua squadra del cuore. Sono rimasta ipnotizzata dai suoi occhi azzurri e ho notato come gli brillavano, si vedeva chiaramente che era emozionatissimo e tanto timido.

Una vita in bianconero:

Nel 1993, all’età di sette anni, Marchisio entra nel vivaio della Juventus dove compie tutta la trafila delle squadre giovanili, indossando la fascia di capitano e sollevando numerosi trofei.

Tra gli altri, con la formazione “Primavera” arriva per due volte consecutive alla finale del Torneo di Viareggio, vincendo l’edizione del 2005 contro il Genoa, mentre nella stagione successiva, l’ultima trascorsa tra le giovanili bianconere, conquista il campionato di categoria; nella stessa, viene inoltre spesso aggregato alla prima squadra dall’allenatore Fabio Capello, senza però mai scendere in campo.

Nell’estate del 2006, con la retrocessione d’ufficio della Juventus in Serie B, vari giocatori di primo piano scelgono di lasciare la Vecchia Signora. La difficile opera di ricostruzione della società nel post-Calciopoli finisce così per aprire le porte della prima squadra a una nuova generazione di bianconeri; assieme ad altri suoi compagni delle giovanili quali De Ceglie e Giovinco, anche Marchisio viene inserito, nell’annata 2006/2007, nella rosa a disposizione del tecnico Didier Deschamps.

Il 19 agosto 2006 questo ragazzo di vent’anni esordiva con la prima squadra bianconera in Coppa Italia a pochi minuti dalla fine, subentrò a Paro all’84 minuto e poco dopo ci fu il goal di Nedved del definitivo 0-3.

Per poi giocare in campionato, il 1º novembre successivo contro il Brescia, la sua prima gara da titolare. Nel frattempo fa un’ultima apparizione con la formazione “Primavera”, superando i pari età dell’inter nella supercoppa di categoria. Le buone prestazioni inducono l’allenatore francese a utilizzarlo con continuità; diventa così una delle prime scelte per il centrocampo bianconero, e nelle ultime partite della stagione viene spesso schierato in campo dal primo minuto. Con 25 presenze totali, contribuisce alla vittoria del torneo cadetto e al ritorno della Juventus in Serie A.

11922809_536775313136412_1383477710_n

Il 19 agosto di quattro anni dopo Leonardo Bonucci ha segnato il suo primo gol con la maglia bianconera nel preliminare di Europa League contro lo Sturm Graz (terminato 1-2 per la Juve).

Il 19 agosto è, quindi, un giorno di celebrazioni alla Juventus: oltre all’esordio in prima squadra ed un primo gol in bianconero, oggi festeggiamo infatti quattro compleanni.

Sergio Brio e Cesare Prandelli, compagni sotto la Mole per sei stagioni, sono separati da un solo anno ma uniti da tante vittorie negli anni ’80.  L’imponente difensore leccese, gladiatore d’acciaio della retroguardia per 12 annate, festeggia oggi il suo cinquantanovesimo compleanno; l’ex ct della Nazionale italiana ne compie invece 58. Alla Juventus hanno fatto incetta di trofei italiani e internazionali, portando la squadra ai vertici in Europa e nel mondo.

Il terzo festeggiato di oggi è il dottor Fabrizio Tencone, che spegne 52 candeline. Tencone, responsabile dell’area medica del club, si occupa della salute dei giocatori bianconeri fin dal 1992, anno in cui fece il suo ingresso nel Settore Giovanile.

Il quarto è Alessandro Matri che, anche se ormai non fa più parte della Juventus , ha realizzato goal pesanti e difficili da dimenticare: l’ultimo è quello che ci ha regalato la Decima Coppa Italia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...