VORREI FOSSE UN INCUBO..MA E’ REALTA’.

Postato il

28 Ottobre 2015

Decima giornata di Campionato di Serie A Tim.

Sassuolo-Juventus:1-0

NON CI SIAMO PROPRIO RAGAZZI!

SVEGLIATEVI!

Partenza incerta per i bianconeri che non riescono a creare gioco, mentre i neroverdi attendono e crescono piano piano. Al 19′ Sansone si procura una punizione dai 20 metri scappando verso l’area e facendosi atterrare da Lemina; sul pallone va lo stesso numero 17 che fa esplodere il Mapei Stadium con un tiro a girare sul primo palo, imprendibile per Buffon. Reagisce in qualche modo la Juventus e prova a rimettersi in carreggiata con un’incursione di Dybala, fermato in maniera puntuale ed elegante da Acerbi. Al 26′ Pogba prova a sorprendere tutti con un tiro simile a quello che gli valse il gol lo scorso anno nello stesso stadio, ma Pegolo dimostra di essere tornato alla grande e para con una mano sotto alla traversa mandando in angolo. Colpo di scena al 39′ quando Chiellini prende il secondo giallo per un fallo di frustrazione su Berardi e viene espulso lasciando i compagni in dieci. Disattenzione del Sassuolo in area che favorisce Pogba, ma il bianconero sbaglia tutto e manda fuori. Al 55′ ci riprova Sansone con un calcio da grande distanza che non entra nello specchio della porta. Prende campo e coraggio ora la Juve e diventa pericolosa, in particolare dopo l’ingresso di Morata che al 61′ apre bene per Cuadrado che prova una gran botta dalla destra, ma Pegolo si oppone mandando in angolo. E’ in grande difficoltà ora il Sassuolo che viene chiuso nella propria area ed è costretto a concedere tanti calci d’angolo. Segna in fuorigioco Berardi al 74′ e Gervasoni annulla giustamente il gol. Al 78′ entra in campo anche l’ex Zaza che mette subito in mezzo due palloni insidiosissimi non sfruttati dai compagni.

SASSUOLO: Pegolo; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Biondini (70′ Duncan), Magnanelli, Missiroli; Berardi (80′ Laribi), Floccari (69′ Defrel), Sansone. A disp.: Pomini; Gazzola, Terranova, Ariaudo, Longhi, Pellegrini, Politano, Falcinelli, Floro Flores. All.: Eusebio Di Francesco
JUVENTUS: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Lemina (82′ Hernanes), Sturaro, Pogba; Cuadrado, Mandzukic (59′ Morata), Dybala (78′ Zaza). A disp.: Neto, Audero; Rugani, Evra, Padoin, Khedira. All.: Massimiliano Allegri

CONDIVIDO QUELLO CHE HA DETTO GIANLUIGI BUFFON:

«E’ chiaro che dopo una sconfitta in un periodo in cui stavamo ripartendo questa battuta d’arresto non ci voleva». E’ amareggiato Gigi Buffon al termine della sfida persa dalla sua Juve contro il Sassuolo. «Non ero arrabbiato con l’arbitro, ho parlato in maniera ferma accettando rispettosamente ogni decisione. Non mi è piaciuto affatto il nostro primo tempo. Se fossimo una squadra di provincia tornerei soddisfatto dalla gara fatta in dieci contro undici ma conoscendo gli obiettivi della Juve torno a casa amareggiato. Vendute troppe colonne in estate? Il discorso del cambiamento poteva reggere fino a quattro domeniche fa, non ora. Abbiamo una rosa di 22-23 elementi molto validi ma se nel primo tempo perdi tutti i duelli e gli scontri di testa allora non puoi sperare di andare avanti. Scudetto? Siamo quattordicesimi in classifica, pensiamo a raggiungere il tredicesimo posto…», ha concluso Buffon.

«PRIMO TEMPO INDEGNO» – «La Juve deve cominciare a mostrare segnali di consapevolezza guardando la classifica. Un approccio nel primo tempo indegno come quello di oggi è da evitare. Sono sgomento, da capitano di questa squadra. Essere sovrastati così dagli avversari fa male all’animo». Un Gigi Buffon molto critico ha commentato a Sky così il ko in casa del Sassuolo. «È un’autoaccusa che mi rivolgo, dobbiamo tornare con i piedi per terra – ha continuato il portiere della nazionale – Con la maglia della Juventus, se non si ha voglia di lottare e sudare, si rischiano figure peggiori che con qualunque altra maglia». «Oggi, in una partita importantissima, abbiamo giocato un primo tempo indecoroso, non abbiamo vinto un contrasto aereo né a terra: 45 minuti senza intensità emotiva, senza mordente. Dobbiamo migliorare anche nel senso di responsabilità. Credo – ha detto ancora Buffon – che dovremo incominciare a protestare un pò meno con gli arbitri ed essere più umili con noi stessi. Gli arbitri sbagliano sempre in buona fede, un fischio sbagliato non può diventare un alibi, questo è nella natura dei perdenti ed alla Juve non sono abituato ad avere questa mentalità. A 38 anni non ho voglia di fare certe figure, e come me molti miei compagni. Allora dobbiamo dimostrarlo sul campo».

DOVETE PRIMA DI TUTTO CAPIRE L’IMPORTANZA DELLA MAGLIA CHE INDOSSATE.

VINCERE PER NOI NON E’ IMPORTANTE…E’ L’UNICA COSA CHE CONTA.

Adesso faranno il ritiro e spero vivamente di ritrovare la vera Juve d’ora in poi.

BASTA!

NOI TIFOSI VERI VI SOSTENIAMO E VI SOSTERREMO SEMPRE perché il tifo vero va oltre il risultato, ma non ne possiamo più di vedere una cosa del genere!

Abbiamo già sofferto abbastanza per essere Juventini. Abbiamo visto la nostra squadra distrutta e non vogliamo assolutamente che risucceda una cosa simile!

NOI SIAMO NATI PER VINCERE! SIAMO LA STORIA!

Tirate fuori gli attributi quando serve..IN CAMPO!  Non ai microfoni o sui social!

ONORATE LA MAGLIA CHE INDOSSATE!

JUVE SASSUOLO

SEMPRE E COMUNQUE…

FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...