SI RICOMINCIA! BUONA LA PRIMA..

Postato il

20 Agosto 2016

Prima giornata di Campionato di Serie A Tim 2016/2017:

Juventus-Fiorentina:2-1

RETI: Khedira 37′ pt, Kalinic 26′ st, Higuain 30′ st

Khedira porta in vantaggio i bianconeri, poi, dopo il pareggio viola, risolve Higuain, in rete appena nove minuti dopo il suo ingresso in campo

20/08/2016 – Serie A TIM – Juventus – Fiorentina 2-1

Buona la prima per la Signora. E buona la prima soprattutto per Higuain, che inaugura la sua avventura in bianconero con una rete da tre punti, timbrata dopo appena nove minuti dal suo ingresso in campo. Quasi un omaggio al suo numero di maglia.

Il Pipita inizialmente è in panchina. Allegri schiera la coppia Mandzukic Dybala e l’unico nuovo acquisto presente all’inizio è Dani Alves. Sarà che la squadra si conosce e gioca a memoria, ma il primo tempo dei bianconeri è uno spettacolo. Neanche quattro minuti sul cronometro e potrebbero già passare con Khedira, che approfitta di un rinvio maldestro di Tatarusanu e si presenta a tu per tu con il portiere alzando troppo il pallonetto. La gara è un monologo bianconero: le corsie esterne sono territorio di caccia per Dani Alves e Alex Sandro, mentre al centro Asamoah arriva su ogni pallone, garantendo non solo copertura, ma anche giocate di qualità. È suo il sinistro che termina alto dopo una ventina di minuti, mentre quello di Dybala, rasoterra, si spegne a lato.

Quando la Joya e Dani Alves combinano in velocità è una goduria per gli occhi e alla mezz’ora lo scambio di prima tra i due meriterebbe di terminare accompagnato dal boato dello Stadium, invece il sinistro a giro dell’argentino termina sul fondo.

Per sentire gli spalti tremare, non si deve comunque aspettare molto: al 36′ Chiellini lascia partire un cross teso dalla tre quarti e Khedira si inserisce con tempismo perfetto, incornando alle spalle di Tatarusanu.

La Juve diverte e convince. La Fiorentina continua a essere schiacciata nella propria metà campo e le giocate che regalano i bianconeri sono spesso deliziose, che si tratti di un disimpegno di tacco di Bonucci, della sventola di contro balzo di Dybala o della fiondata in corsa di Alex Sandro. Si va al riposo sull’1-0, ma i bianconeri meriterebbero un vantaggio ben più ampio.

Ci prova Dybala appena rientrati in campo, deviando al volo il cross di Alex Sandro. Il sinistro della Joya però viene smorzato e Tatarusanu può bloccare. I viola, per scuotersi dall’apatia, provano ad alzare il pressing. La mossa, unita ad un fisiologico calo dei bianconeri, addormenta la gara, ora meno vivace, e risveglia le velleità della Fiorentina. Allegri cerca di riportare l’inerzia della partita dalla propria parte inserendo Higuain al posto di Mandzukic, ma non c’è il tempo di notare gli effetti del cambio che  Kalinic riporta il punteggio in parità, incornando il traversone dalla bandierina di Ilicic.

La reazione bianconera è rabbiosa e al primo vero affondo ecco gli effetti di cui si diceva: il Pipita si avventa come un falco sul tiro di Khedira, sporcato dalla difesa, e infila Tatarusanu da due passi.

Veder vanificati i propri sforzi dopo pochi giri di orologio è una mazzata per il morale dei viola e al contrario la Juve appare rinvigorita. Lemina sfiora il terzo gol con una saetta dal limite che Tatarusanu riesce a deviare in angolo con la punta delle dita. Allegri comunque preferisce evitare di correre rischi e inserisce Evra ed Hernanes al posto di Dybala e Khedira, passando ad un inedito 5-4-1. La squadra perde un po’ di mordente in avanti, ma Buffon rimane al sicuro e la prima vittoria arriva senza patemi. E non potrebbe esserci modo migliore per iniziare il campionato.

 

FORMAZIONI:

JUVENTUS: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Dani Alves, Lemina, Khedira, Asamoah, Alex Sandro, Dybala (39′ st Evra), Mandzukic (21′ st Higuain)

A disposizione: Neto, Audero, Marrone, Benatia, Rugani, Lichtsteiner, Pjanic, Pjaca, Zaza
Allenatore: Allegri

FIORENTINA:Tatarusanu; Tomovic, Rodriguez, Astori; Bernardeschi, Badelj (20′ st Sanchez), Vecino, Alonso; Ilicic, (35′ st Rossi) Chiesa (1′ st Tello); Kalinic.

A disposizione: Dragowski, Lezzerini, De Maio, Diks, Mati Fernandez, Hagi, Milic, Babacar, Zarate
Allenatore: Paulo Sousa

Juventus Stadium kicks off season in style – Che spettacolo allo Stadium!

match_juventus_fiorentina_agosto2016.jpg

A proposito di Higuain…

Entusiasmo, gioia, voglia di continuare a vincere. C’è tutto questo nelle parole di uno dei protagonisti della serata, Gonzalo Higuain, dopo il vincente esordio contro la Fiorentina.

«Mi sono sentito felice quando sono entrato sul terreno di gioco dello Stadium – racconta – i tifosi mi hanno fatto sentire tutto il loro affetto, un affetto da ricambiare con vittorie e titoli». E continua, il Pipita: «Era importantissimo partire nel migliore dei modi, abbiamo meritato la vittoria. Io quando sono in campo cerco sempre di fare il meglio per aiutare la squadra, oggi per fortuna sono riuscito a segnare».

Una delle parole chiave del Pipita, nelle sue parole dopo partita, è “migliorare”. È un concetto su cui Gonzalo torna spesso: «Da quando sono in Europa sono cresciuto anno dopo anno, ma ho ancora margini di miglioramento e crescita. Io so che devo stare solo tranquillo, imparare dai miei compagni di squadra».

A proposito di squadra e compagni: «Qui alla Juve ho trovato un ambiente organizzatissimo, c’è voglia e mentalità vincente. Tutti mi hanno fatto sentire il loro affetto e sono felice, provo a migliorarmi giorno per giorno. Sto apprendendo un nuovo schema di gioco, un nuovo modulo, ma mi sto abituando. E poi, quando si vince si lavora meglio…».

A proposito di modulo, una domanda sull’intesa con uno dei suoi compagni di attacco, Dybala: «Paulo è un giocatore fortissimo che può ancora crescere molto vista la sua età. Lui cerca la palla e parte da dietro, questo ci rende sicuramente compatibili».

Anche al mare non potevo rinunciare alla mia Juve, sono andata in giro a cercare gente che vedeva la partita e ho trovato tre interisti ahaha e’ il colmo. Hanno gufato tutto il tempo e io ho esultato..ci speravano pure. Gli ho restituito il favore, solo che quando gufo io le cose sono diverse, infatti l’inter ha perso.

Una bella Juve, avrei tanto voluto essere allo stadio.

Mi manca lo Juventus Stadium, mi manca casa mia.

FIERA DELLA MIA JUVENTUS!

FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...