JUVENTUS-MILAN

Rivincita bianconera!

Postato il

25 Gennaio 2017

Coppa italia- Quarti di finale:

Juventus-Milan: 2-1

Vittoria importante!
Sconfitti in campionato e beffati in Supercoppa, gli uomini di Allegri si riscattano facendo fuori i rossoneri dalla Coppa Italia. La squadra di Montella incassa il micidiale uno-due in 21′ e si sveglia tardi riuscendo solo a ridurre le distanze con Bacca. Espulso Locatelli.
Dopo aver liquidato la Lazio, piega anche il Milan e in un sol colpo di prende due soddisfazioni: vendica le due sconfitte patite dai rossoneri in campionato e a Doha e vola in semifinale di Coppa Italia ad affrontare il Napoli. Impressionanti i numeri degli uomini di Allegri allo Stadium: 7/a vittoria consecutiva, addirittura 31/a contro le squadre italiane che non fanno punti nel fortino bianconero da un anno e mezzo (l’ultimo è stato il Frosinone il 23/9/2015…).
{}
La Juve è partita forte, aprendo bene il campo con i cambi di gioco di Bonucci, e al 10′ è passata: Asamoah con un cross da sinistra ha pescato al limite Cuadrado che con un colpo di tacco volante ha smarcato in area Dybala, dimenticato dalla difesa rossonera: destro secco e gol.
{}
{}
{}
{}
{}
{}
{}
Kucka ha steso al limite lo scatenato Asamoah regalando una punizione alla Juve (21′). Pjanic ha ringraziato e dalla sua mattonella preferita ha agevolmente superato Donnarumma con il marchio di fabbrica, un perfetto destro a giro.
{}
{}
{}
{}
{}
{}
Il Milan si è innervosito e ha rischiato addirittura di incassare il 3-0, annullato a Khedira per fuorigioco dopo un sinistro di Higuain. Incapaci di sviluppare il proprio gioco, soprattutto sulle fasce, i rossoneri hanno avuto bisogno dell’intervallo per rinfrescare le idee. E al primo tiro in porta (53′) hanno ridotto le distanze: tutto merito di Bacca che si è avventato su una corta respinta di Khedira e ha scaraventato il pallone alle spalle di Neto con una girata volante.
{}
{}
{}
{}
La gara si è fatta elettrizzante: Allegri è corso ai ripari mettendosi a specchio con l’innesto di Alex Sandro per Dybala ma la Juve ha fallito ancora il colpo del ko con Higuain e Pjanic. Montella ha tentato il tutto per tutto lanciando nella mischia Deulofeu e per poco la mossa non lo ha premiato: proprio lo spagnolo, infatti, ha avuto la palla per pareggiare ma il suo bell’inserimento sulla sinistra in area è stato sventato da Neto che gli ha chiuso prontamente il primo palo. E così avanti va la Juve.
FORMAZIONI:
Juventus (4-2-3-1): Neto, Barzagli, Bonucci, Rugani, Asamoah, Pjanic, Khedira, Cuadrado, Dybala (22′ st Alex Sandro), Mandzukic, Higuain. (32 Audero, 42 Del Favero, 3 Chiellini, 11 Hernanes, 14 Mattiello, 20 Pjaca, 23 Dani Alves, 26 Lichtsteiner, 27 Sturaro, 28 Rincon, 45 Muratore). All.: Allegri.
Milan (4-3-3): Donnarumma, Abate (19′ st Pasalic), Zapata, Romagnoli, Antonelli, Kucka, Locatelli, Bertolacci (45′ st Honda), Suso, Bacca (35′ st Deulofeu), Bonaventura. (30 Storari, 2 De Sciglio, 9 Lapadula, 10 Honda, 14 Fernandez, 15 Gomez, 16 Poli, 21 Vangioni, 23 Sosa, 29 Paletta). All.: Montella.
GRAZIE RAGAZZI!
Una bella vittoria.. avanti tutta!
Mai mollare!
FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS!
Annunci

Complimenti al Milan per la vittoria della Supercoppa.

Postato il Aggiornato il

23 Dicembre 2017

Supercoppa italiana:

Juventus-Milan: 4-5 (RIGORI 3-4) (1-1) (0-0) (0-0)

Sono i calci di rigore ad assegnare la Supercoppa Italiana 2016 a Doha: dopo l’1-1 nei tempi regolamentari, frutto delle reti di Chiellini e Bonaventura, è il Milan ad aggiudicarsi il titolo dopo la rete decisiva di Pasalic.

Un match equilibrato e combattuto, quello giocato in Qatar.

Gli uomini di Montella vincono per la settima volta il trofeo imponendosi ai rigori. Decidono la parata del portiere su Dybala e il tiro conclusivo del croato. In precedenza Bonaventura aveva replicato all’iniziale rete di Chiellini. Traversa di Romagnoli.

Doha resta un incubo per la Juve che per la seconda volta consecutiva, dopo la beffa del 2014 con il Napoli, perde la Supercoppa ai rigori e fa felice il Milan che la raggiunge in vetta alla classifica della manifestazione, conquistando il 7° trofeo.

La Juve ha poco da rimproverarsi. Ha avuto le sue occasioni per vincere ma non le ha sfruttate. Le è mancata un po’ di gamba. Evidentemente i tanti impegni stagionali alla fine hanno pesato. E di certo anche un pizzico di fortuna visto che ha dovuto rinunciare in corsa per infortunio ad Alex Sandro e Sturaro, tra i migliori fino a quando sono stati in campo.

{}

{}

{}

{}

{}

{}

{}

{}

{}

{}

{}

{}

FORMAZIONI:

Juventus (4-1-3-2): Buffon, Lichtsteiner, Rugani, Chiellini, Alex Sandro (33′ pt Evra), Marchisio, Khedira, Pjanic (22′ st Dybala), Sturaro (34′ st Sturaro), Mandzukic, Higuain. (25 Neto, 32 Audero, 4 Benatia, 15 Barzagli, 22 Asamoah, 40 Coccolo, 7 Cuadrado, 11 Hernanes, 20 Pjaca). All.: Allegri.
Milan (4-3-3): Donnarumma, Abate (12′ pts Antonelli), Paletta, Romagnoli, De Sciglio, Kucka, Locatelli (29′ st Pasalic), Bertolacci, Suso, Bacca (12′ pts Lapadula), Bonaventura. (1 Gabriel, 15 Gustavo Gomez, 10 Honda, 11 Niang, 14 Mati Fernandez, 16 Poli, 7 Luiz Adriano, 23 J. Sosa). All.: Montella.

PECCATO PER IL RISULTATO, MA IO CREDO IN VOI E SONO SEMPRE E COMUNQUE AL VOSTRO FIANCO.

MAI MOLLARE RAGAZZI…MAI!

CI RIALZEREMO PIU’ FORTI DI PRIMA..NE SONO CONVINTA!

FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS!